Giugno 2010 - Comel - Commercio Metalli Latina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Riconfermare il 55%

Dare continuità alla detrazione del 55% per l’efficientamento energetico degli edifici. Lo chiedono le Commissioni Ambiente e Trasporti della Camera al Governo, con una Risoluzione proposta dai deputati Realacci, Garofalo e Monai e approvata il 15 giugno scorso.

Si tratta dell’ennesima richiesta di prorogare la detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, in scadenza il 31 dicembre 2010.

L’ultima in ordine di tempo è quella dei produttori di infissi: FederlegnoArredo, Centro di Informazione sul Pvc e Uncsaal, facendo proprio il documento dell’ANCI (Associazione Nazionali Comuni Italiani) “I Sindaci contro le polveri sottili”, hanno sottolineato in una lettera aperta firmata congiuntamente l’importanza di mantenere oltre il 2010 le detrazioni del 55% per gli interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico degli edifici.

La lettera ribadisce l’assoluta necessità per il mercato e per i consumatori che l’indicazione per la riconferma del 55% oltre il 31 dicembre 2010 sia contenuta nel DQFP (Decisione Quadro di Finanza Pubblica) previsto per fine giugno, per poi essere definitivamente disciplinata dalla Finanziaria 2011.

Le Aziende aderenti alle tre Associazioni, i progettisti, i consumatori italiani e tutti i soggetti interessati alla riconferma del 55% oltre il 2010 potranno condividere la lettera e inviarla a loro volta a tutti i soggetti istituzionali attraverso i tre siti web associativi.

In diverse occasioni il Governo ha espresso la propria disponibilità a prorogare il bonus oltre il 2010: a maggio il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Stefano Saglia, ha riconosciuto i buoni risultati, sia ambientali che economici, ottenuti nei tre anni, affermando che c’è spazio per la proroga delle agevolazioni, compatibilmente con le esigenze di bilancio.
Con la risoluzione proposta il 15 Giugno, le Commissioni impegnano il Governo anche ad incentivare l’efficientamento energetico e ottimizzare i consumi energetici per il riscaldamento privato attraverso impianti di teleriscaldamento su scala locale, disponendo controlli sull’efficienza degli impianti termici civili.

Fonti: edilportale - uncsaal

 
Torna ai contenuti | Torna al menu